"Noi siamo qui - We're Here " Associazione Sociale ONLUS a.l.r
Guarda lontano, e anche quando credi di guardare lontano, guarda ancora più lontano.
(B-P)
Carta dei Servizi

Ricorda di lasciare
un saluto sul nostro
  Libro Ospiti

 

  • Home • Chi Siamo • Cosa facciamo • Servizio Civile • Donazioni • Rassegna stampa • Libro Ospiti •  
 

Carta dei Servizi
Casa Famiglia

1. Attività e servizi erogati
La Casa Familgia
Noi siamo qui – We’re Here, garantisce le seguenti prestazioni e servizi:
·
Assistenza tutelare diurna e notturna.
·
Somministrazione pasti.
·
Sostegno educativo all’inserimento scolastico.
·
Organizzazione e assistenza del tempo libero (attività sportive, ricreative e culturali).
·
Il coinvolgimento e la partecipazione dei minori all’organizzazione ed allo svolgimento delle attività quotidiane come occasioni educative.

 

2. Progetto Educativo Individuale e Cartella Personale

Un Progetto educativo individuale, concordato con il Servizio Sociale sulla base di un inquadramento fisico, psicologico e sociale, congiunto, del minore è alla base dell’inserimento in Casa Famiglia e andrà a  costituire le finalità e gli obiettivi dei servizi e delle attività erogate.

Questo Progetto educativo individuale è parte integrante di una Cartella Personale per ogni minore accolto in cui saranno costantemente annotate tutte le notizie e i dati riguardanti il minore stesso e in particolare: i necessari dati anagrafici; il nominativo ed il recapito telefonico dell’ente locale che ha effettuato l’inserimento, il nominativo del medico di base; i movimenti temporanei che comportino eventuali pernottamenti all’esterno della comunità; le eventuali visite ricevute; e ogni altra informazione significativa.

A questo proposito la Casa Famiglia Noi siamo qui – We’re Here è dotata di un sistema informatizzato per la registrazione dei dati summenzionati e di rilevazione e documentazione dei processi di sviluppo dei minori accolti (cartella personale informatizzata), in grado, anche, di rispondere adeguatamente agli obblighi informativi verso la Regione e la Provincia relativi all’aggiornamento annuale della banca dati.

 

3. Modalità con cui vengono effettuate le ammissioni e le dimissioni.

Le ammissioni e le dimissioni dei minori accolti nella Casa Famiglia vengono effettuate di concerto con i Servizi Sociali di riferimento.

L’ammissione avviene su proposta del Servizio Sociale che ha in carico il minore, sulla base di un inquadramento preliminare della sua  condizione fisica, psicologica e sociale al quale segue una individuazione dei bisogni e delle necessità a cui rispondere.

Verificata la compatibilità del minore al Progetto generale della Casa Famiglia Noi siamo qui – We’re Here, si procede ad una valutazione congiunta con il Servizio e alla delineazione di un Programma Educativo Individualizzato (PEI) concordato insieme. Tale programma individualizzato deve prevedere, anche se in prima ipotesi, gli obiettivi da raggiungere, i contenuti e le modalità d’intervento, la durata temporale dell’inserimento del minore in Casa Famiglia e gli obiettivi perseguiti.

  Una serie di incontri con il minore e, se presente e partecipe al Progetto individualizzato, con la sua famiglia, permetteranno di mettere a punto le condizioni preliminari all’inserimento del minore nella Casa Famiglia.

  Periodicamente, in maniera programma, si procederà, insieme al Servizio Sociale inviante, a monitorare l’inserimento del minore, i processi fisiologici, psicologici ed educativi in corso e i risultati progressivamente acquisiti.

  A termine del Progetto individualizzato, o accertata l’inopportunità di procedere con l’inserimento in Casa Famiglia, in accordo con il Servizio inviante, si procederà alla dimissione del minore di concerto con i Servizi e con la famiglia, se presente al Progetto.  

 

4.  Regole della vita comunitaria

Le regole della vita nella Casa Famiglia Noi siamo qui – We’re Here vanno intese come un’occasione di crescita e di sviluppo cognitivo, emotivo e comportamentale del minore accolto e non come strumento educativo-coercitivo o di controllo dei comportamenti.

In questa prospettiva, i minori accolti saranno accompagnati alla elaborazione delle seguenti regole:
a. rispetto delle persone e delle cose che lo circondano;
b. partecipazione alla vita comune;
c. esecuzione dei propri impegni personali.

Ciò vuol dire che, oltre ciò che verrà disposto specificamente nei Progetti Educativi Individualizzati, concretamente, per tutti:
1. è assolutamente vietata e aborrita la violenza e il danneggiamento volontario delle cose;
2. è condizione imprescindibile per la permanenza nella Casa Famiglia la partecipazione agli impegni e alle attività della vita in comune;
3. è, altresì, inderogabile l’esecuzione dei propri impegni personali stabiliti nel proprio Progetto Educativo Individualizzato.

 

5. Utilizzo di arredi e suppellettili personali.

Ai minori accolti sarà garantito l’utilizzo di arredi e di suppellettili personali, significativi dal punto di vista affettivo e storico per la persona, che potranno essere utilizzati secondo modalità e limiti determinati dagli effettivi spazi disponibili a ciascun minore. In ogni caso questi arredi e suppellettili non potranno essere sostitutivi degli arredi e dei suppellettili messi a disposizione dalla Casa Famiglia e non dovranno presentare rischi per l’incolumità del minore stesso, come per le altre persone e per l’abitazione.

 

6. Modalità di accesso di soggetti esterni alla struttura (parenti, volontari, ecc.)

I parenti dei minori accolti potranno accedere alla Casa Famiglia, secondo quanto stabilito nel Progetto Educativo Individuale, previa autorizzazione del Servizio minori e/o dell’autorità competente, in accordo con i coniugi conduttori della Casa Famiglia, a seguito di appuntamento e, di norma, nei pomeriggi dei giorni festivi.

I volontari e/o altro personale in servizio civile volontario o con qualsiasi altra forma di collaborazione, potrà accedere alla Casa Famiglia secondo quanto concordato con il coordinatore delle attività e a seguito di una formazione interna specifica messa a punto di comune accordo con lo stesso coordinatore.

 

7. Contributi economici

A fronte dei servizi, delle attività e delle prestazioni sopra indicate è richiesto un contributo economico al Servizio Sociale o all’Ente che provvede al pagamento. Tale contributo è stabilito all’atto della stipula della Convenzione in retta giornaliera e subisce nel tempo gli adeguamenti in funzione degli aumenti del costo della vita

La retta giornaliera, è da intendersi forfetariamente relativa a tutte le spese di mantenimento quotidiane e ordinarie, coerenti con la vita della Casa Famiglia, compresi gli abbigliamenti, materiali ludici ed educativi, beni personali ed eventuali farmaci necessari alle normali malattie.

 

8. Attività e servizi garantiti a richiesta non ricompresi nella retta.

Nell’eventualità si rendessero necessarie altre spese straordinarie in relazione ad avvenimenti non coerenti con la vita della Casa Famiglia, non programmate ne previste, o interventi, terapie e/o trattamenti specialistici, protesi, attrezzi speciali, spese legali, ecc.; queste spese potranno essere anticipate dalla Casa Famiglia, previa autorizzazione del Servizio Sociale o Ente inviante e corrispettivo rimborso a fronte di note giustificative.

Su
Carta dei Servizi
Progetto Generale

 

E' possibile scaricare la Carta dei Servizi in formato PDF
cartadeiservizi